Facebook Ads per le professioni sanitarie: come trovare nuovi clienti

Facebook Ads per le professioni sanitarie

Indice dei contenuti

In questo articolo ci concentreremo sullo strumento di Facebook per la pubblicità, Facebook Ads, particolarmente adatto a chi svolge attività legate al territorio in cui opera, come dottori, odontoiatri, chiropratici, fisioterapisti e le varie altre professioni sanitarie.

L’obiettivo principale di un’attività fortemente legata alla realtà locale è quello di mantenere i clienti esistenti e attrarne di nuovi. Per crescere ed essere finanziariamente stabili bisogna creare un buon gruppo di clienti fissi e aiutarli a risolvere i problemi che li affligono.
Prendiamo l’esempio del chiropratico: è una figura chiave nella ricerca del benessere; dona sollievo dal dolore, dà supporto ed educa i pazienti a correggere le loro abitudini.
Su questo bisogna far leva nel momento in cui vogliamo farci pubblicità e uno strumento perfetto per le necessità di un medico professionista è Facebook Ads, le inserzioni di Facebook. Perché? Beh, ricordiamoci che Facebook ha ben 31 milioni di utenti iscritti in Italia!

Attenzione però:

Facebook è un grande strumento per generare traffico e nuovi contatti ma non può far tutto da solo. Per convincere i lead generati infatti il dottore in questione deve presentarsi in ottica di marketing: attrarre gli indecisi e creare una narrativa seducente che offra soluzioni.
Invece di essere l’ennesimo professionista che compete sui prezzi o sulla qualità delle immagini ad alta definizione, è bene concentrarsi su questi tre punti:

  1. il messaggio giusto
  2. il pubblico giusto
  3. il momento giusto

Per vendere bisogna focalizzarsi sul concetto più che sul servizio, bisogna imparare a concentrarsi sul “perché” piuttosto che sul “cosa”. Esempio: se una persona ha bisogno di un materasso nuovo, non bisogna cercare di vendere un materasso ma un miglioramento sostanziale nella qualità del sonno!
Quando si tratta di studi medici, l’approccio migliore di marketing punta ad allontanare il paziente dalle sue paure; infatti le persone generalmente reagiscono per allontanarsi da una paura piuttosto che per avvicinarsi a un piacere.
La prevenzione è difficile da vendere, meglio offrire soluzioni!

Grafico che spiega come i pazienti reagiscano più per allontanare una paura che per avvicinarsi a un piacere

Schema a quadrante per individuare il perché che porta il paziente da voi

Come farsi pubblicità su Facebook

Dopo aver studiato il target demografico e locale, le strategie più comuni da mettere in atto sono:

  • offerte per nuovi clienti
  • offerte per clienti inattivi (torna questa settimana e avrai…)
  • offerta di trattamenti speciali ed esami particolari
  • offerta di programmi di consulenza

È importante farsi riconoscere come un esperto del proprio campo, per arrivare a ciò bisogna immedesimarsi completamente nei pazienti e capirli veramente. Istruire e coinvolgere il vostro pubblico aiuta la creazione del fattore “lo conosco-mi piace-mi fido”, fondamentale per vendere facilmente.
Con un forte messaggio di marketing e la formula nel grafico seguente avrete in mani le chiavi del successo:

Percorso di marketing per professioni sanitarie

Differenze fra Google ads e Facebook ads

Sia Google Ads (prima chiamato Google AdWords) che Facebook Ads propongono inserzioni pubblicitarie.

La diversità sta nella tecnologia che le caratterizza.
Google Ads si focalizza sulle parole chiave cercate e sugli intenti di chi cerca mentre Facebook Ads mostra pubblicità a utenti che non necessariamente stavano cercando voi. Funziona con un algoritmo basato sugli interessi e le pubblicità vengono mostrare a utenti che vi seguono o hanno messo “mi piace”, hanno visitato il vostro sito web oppure sono fan di pagine simili alla vostra.

Attraverso Facebook Ads si possono raggiungere persone che non sapevano nemmeno di aver bisogno dei vostri servizi.

Facebook Pixel: l’arma segreta

Il Pixel di Facebook è un segmento di codice JavaScript da applicare al vostro sito web per sbloccare potenti strumenti pubblicitari per misurare, ottimizzare e targettizzare. Usando questo codice pixel potrete controllare le azioni e i comportamenti che gli utenti intraprendono sul vostro sito e farne tesoro per creare pubblicità Facebook efficienti.
Ecco i benefici immediati offerti dal Pixel di Facebook:

  • tracciare le conversioni fra dispositivi diversi;
  • misurare la spesa sulla pubblicità e il ritorno sugli investimenti;
  • capire e analizzare meglio il proprio pubblico;
  • Trovare nuovi clienti e fare retargeting su utenti che hanno già visitato il sito;
  • riproporre determinate inserzioni solo ad alcuni per raggiungere una specifica azione;

Una volta installato (direttamente sul sito o come parte integrante di Google Tag Manager) potrete tracciare i dati e capire come si comportano le persone sul vostro sito. È una sorta di Google Analytics applicato a Facebook, attraverso il quale si può capire facilmente quante conversione sono state raggiunte dopo una campagna.

Come impostare la prima campagna Facebook

Dopo il primo utilizzo di Facebook l’esperienza di marketing sarà dolcemente semplice: infatti è l’algoritmo che sceglie per voi un pubblico già ben disposto verso i vostri servizi. In altre parole, quando saranno mostrate loro inserzioni, sarà più facile che clicchino e si trasformino in potenziali clienti.

Esempio di creazione campagna pubblicitaria su Facebook Ads
Esempio di creazione inserzione pubblicitaria su Facebook

Vediamo il percorso da fare per la prima campagna pubblicitaria:

✉️ aggiornare la lista e-mail clienti per creare il vostro pubblico
💬 creare un pubblico tipo dagli utenti che visitano il vostro sito
👍 espandere la ricerca di contatti a utenti simili al pubblico già esistente
🌏 espandere la ricerca di utenti simili a coloro che visitano il sito
🔍 usare l’opzione “interessi” negli Audience Insights per creare un nuovo pubblico con attributi simili a quello già esistente

N.B. Tenere a mente l’obiettivo

Acquisizione lead → Fidelizzazione lead → Conversione da lead in cliente

Le richieste di informazioni, gli appuntamenti e le visite sono la vostra principale preoccupazione, ciò che porta fatturato. Ottimizzare le campagne marketing è importante ma la landing page del vostro sito e il funnel di marketing sono fondamentali per raggiungere l’obiettivo. Uno non esclude l’altro, si completano.
Gira tutto intorno al “click giusto”, piuttosto che ai “tanti click”. Il cliente deve provare fiducia dal primo click ai messaggi che riceve durante il funnel fino alla transazione finale. Per questo il copywriting nelle Facebook Ads è importante, così come le immagini che si scelgono.

Non far scadere le inserzioni troppo presto

Solitamente ci vogliono 24-48 ore prima di poter constatare se le inserzioni stiano avendo l’effetto desiderato. Certo, pagando di più si può accedere a dati più veloci ma impostare un grosso investimento per i primi giorni è una scelta difficile.
In genere è bene aspettare 2-3 giorni prima di aggiustare un’inserzione e riproporla nel mercato locale. Dopodiché potrete decidere se copiare/incollare le campagne (mai cancellarle!) e cambiare immagini o tirare dritto e andarvi a prendere i lead che vi spettano.


Che aspetti?
Imposta oggi una strategia Facebook Ads e porta nel tuo studio nuovi pazienti!

Qui le istruzioni per creare e installare il Pixel di Facebook

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti aggiorneremo su news, guide e casi studio per migliorare il marketing della tua azienda, acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli attuali.

Potrebbero interessarti anche:

Un caso studio che ha generato più di 100.000€ di fatturato

Compila il form qui sotto, riceverai il nostro case study gratuitamente

Un team di esperti in marketing sanitario pronto ad aiutarti

Compila il form qui sotto: ti risponderemo entro 48h.

Puoi anche contattarci qui:

  • info@pazientesoddisfatto.com
  • 3398288696